Stiamo aggiornando l'archivio, verrai rimandato al sito precedente.

Chiudi Prosegui

Soldati di Salamina

A- A+ 

Proiezione del film di David Trueba, 2003
con Ariadna Gil, Ramon Fontserè, Joan Dalmau - sottotitoli in italiano
intervengono il regista e Javier Cercas

Il film, tratto dal best seller di Javier Cercas, scava nella ferita della guerra civile spagnola. La storia è quella di una giornalista in crisi che indaga su un episodio di fine conflitto della guerra civile: la mancata esecuzione di un ideologo fascista, salvato da un giovane soldato. Trueba, tuttavia, cambia rispetto al romanzo il sesso del protagonista da uomo a donna. La ricerca di Lola - interpretata da una tormentata Ariadna Gil (premio Goya nel ‘93) - nel cuore della storia recente del suo Paese è il pretesto del regista per una profonda e toccante disamina sulla necessità della memoria e la difficoltà a perpetuarla. In cerca di un eroe che non vuole essere eroe, Lola ritroverà se stessa, incontrando l’ormai anziano autore del gesto di pietà in quei giorni così terribili. «Non credo che i romanzi possano essere trasformati in un film», spiega Trueba. «L’adattamento funziona soltanto se trovi una prospettiva differente, assolutamente indipendente dal lavoro originale».

 

David Trueba
ha studiato giornalismo e sceneggiato film come Amo tu cama rica, Los peores años de nuestra vida, Uno di troppo, La niña dei tuoi sogni e il documentario candidato all’oscar Balseros. Per la televisione ha co-diretto il programma “Il peggior spettacolo della settimana” e ha creato la serie “Che fine ha fatto Jorge Sanz?” Ha diretto film come The Good Life, Masterpiece, Soldati di Salamina, Welcome Home, La sedia di Fernando e Madrid 1987, che è stato selezionato per il Sundance Film Festival. Ha pubblicato tre romanzi, tutti editi in Italia da Feltrinelli: Aperto tutta la notte (1995), Quattro amici (1999) e Saper perdere (2008), che gli è valso il Premio Nazionale della Critica per il Miglior Romanzo e, nella sua traduzione francese, è stato finalista del prestigioso Premio Médicis. Ha parallelamente lavorato come editorialista per diverse testate.

Wikipedia  >>

 

In collaborazione con CINEMAZERO (logo) e FESTIVAL DEL CINE ESPANOL (LOGO)

 

Lunedì 18 marzo ore 20.45
Ridotto Teatro Comunale Giuseppe Verdi
Ingresso libero